Operatore educativo per l’autonomia e la comunicazione - OEPAC

Corso Regionale che rilascia certificato di qualificazione professionale in Operatore educativo per l’autonomia e la comunicazione, OEPAC, ai sensi del D.lgs. 13/2013, a seguito di esame, valido su tutto il territorio nazionale.

ATLANTE LAVORO: ADA.19.02.10 (ex ADA.22.216.873)

Servizio di assistenza all'autonomia,all'integrazione e alla comunicazione delle persone in età scolastica con disabilità

AVVIO CORSO: SETTEMBRE 2021

Ente erogatore: ERIFO

Il corso erogato da ERIFO è autorizzato nella Regione Lazio, con determinazione G01530 del 15/02/2021, per la certificazione del profilo Operatore educativo per l’autonomia e la comunicazione - OEPAC

Profilo professionale

L’OEPAC svolge le seguenti funzioni:

  • Collaborare con gli insegnanti, e con tutte le figure curanti di riferimento dell'alunno, alla costruzione di un P.E.I. per l'integrazione, la socializzazione e la riabilitazione, in base al tipo di disabilità e alle caratteristiche del contesto di riferimento

  • Promuovere l'autonomia dell'alunno, sostenendolo in tutte le attività svolte in orario scolastico, facilitando la comunicazione e l'integrazione con i docenti, il personale scolastico e tra pari e l'accesso alle attività didattiche, ricreative e di consumazione dei pasti, esercitando azioni di vigilanza e gestendo i "comportamenti problema" e le esigenze terapeutiche

  • Favorire il raccordo tra scuola, famiglia e figure curanti, integrando il proprio operato con le prassi scolastiche e le esigenze terapeutiche dell'alunno, facilitando la relazione e la comunicazione della famiglia con le insegnanti e il personale scolastico

Sbocchi lavorativi

L’Operatore educativo per l’autonomia e la comunicazione, OEPAC, è una figura funzionale ai processi di apprendimento e all’inclusione dell’allievo con disabilità o in condizioni di svantaggio, che interviene per potenziarne le capacità in ambiti quali l’autonomia e la gestione degli aspetti cognitivi e relazionali, in un’ottica non assistenzialistica rispetto al deficit, ma rivolta allo sviluppo delle competenze del destinatario e di tutti gli attori dei processi scolastici per l’inclusione.


L’Operatore integra la propria attività con quella di altre figure (docenti curriculari, insegnanti di sostegno e personale ATA), non sovrapponendo compiti e funzioni, ma valorizzando i diversi ambiti di competenza.


L’OEPAC è una figura professionale che nasce dall’applicazione dell'art. 13 della Legge n.104/1992 “Obbligo per gli enti locali di fornire l'assistenza per l'autonomia e la comunicazione personale degli alunni con handicap fisici o sensoriali”.

Il Comune di Roma Capitale ha in seguito approvato, con la delibera n° 80/2017, il nuovo "Regolamento per il servizio educativo per l'autonomia degli alunni con disabilità" che stabilisce che dal 2019, per poter esercitare la professione di OEPAC nel comune di Roma, è necessario il possesso della qualifica.

Recentemente la Regione Lazio con determinazione n°
G09492 dell’11/07/2019 ha definito i nuovi standard professionali e formativi del profilo.

Competenze

Il corso consente di acquisire le conoscenze ed abilità, per apprendere a:

  • Collaborare alla stesura del P.E.I. (Piano Educativo Individuale)

  • Definire gli obiettivi di autonomia, integrazione e comunicazione in relazione ai diversi tipi di disabilità: deficit sensoriali (visivi, uditivi, ecc.), motori (disprassia, tetraplegia), funzionali (malattie croniche), psichici (ritardo mentale)Partecipare al GLH (Gruppo di lavoro sull’handicap)

  • Sostenere e promuovere l’autonomia dell’alunno (in relazione alla disabilità) nelle attività scolastiche, ricreative, nelle uscite didattiche, nei campi scuola e nella mensa

  • Facilitare i processi di integrazione e comunicazione nel gruppo classe e nella scuola

  • Facilitare e rendere accessibili le attività scolastiche, ricreative e laboratoriali

  • Gestire i ”comportamenti problema” (es. morsi, scoppi d’ira o pianto, autolesionismo, dondolii, atteggiamenti inadeguati, trasgressione sistematica delle regole, rifiuto delle attività didattiche, ecc.)

  • Gestire le dinamiche e le relazioni tra scuola e famiglia dell’alunno

Unità di competenza approfondite durante il corso

UC 1 Formulazione impianto educativo

  • Rilevare i fabbisogni dell’allievo con disabilità o in condizioni di svantaggio, in relazione alle sue potenzialità

  • Progettare gli interventi di supporto e partecipare alla stesura del PEI

 

UC 2 Cura dell’autonomia personale, inclusi obblighi in materia di sicurezza sul luogo di lavoro

  • Supportare e rafforzare l’autonomia dell’allievo con disabilità o in condizioni di
    svantaggio

     

UC 3 Sviluppo processi di apprendimento

  • Supportare l’allievo con disabilità o in condizioni di svantaggio, nel processo di apprendimento in contesto educativo scolastico

     

UC 4 Mediazione comunicativo-relazionale

  • Facilitare la comunicazione e le interazioni sociali fra l’allievo con disabilità o in condizioni di svantaggio e il contesto socio-educativo

Costo

La  quota associativa e il contributo individuale per partecipazione al Corso con qualifica professionale Operatore educativo per l’autonomia e la comunicazione è pari a € 1.000 da corrispondere al massimo in tre momenti successivi.

  • 15% all’iscrizione

  • 40% entro il 10% delle ore

  • 45% entro il 50% delle ore

La quota comprende il materiale didattico e l’accesso alle strutture.

  • 10% di riduzione della quota alle iscrizioni formalizzate entro  il 30 GIUGNO 2021

  • 5% di riduzione della quota alle iscrizioni formalizzate  entro il 30 LUGLIO 2021


Nella quota associativa è prevista, a conclusione del percorso formativo, un’assistenza specialistica all’inserimento lavorativo in forma autonoma o subordinata.

Durata

Totale n. 322 ore, di cui 120 stage, in conformità dello standard formativo approvato dalla Regione Lazio con Determinazione n° G09492 dell’11/07/2019

Frequenza

Il corso può essere frequentato anche da studenti universitari o cittadini iscritti ad altri percorsi di istruzione e formazione.Le lezioni teoriche e i laboratori in presenza (o a distanza in modalità sincrono - fino a conclusione delle restrizioni pandemiche) avranno una durata di n. 3 ore al giorno pomeridiane e/o serali  e ove richiesto – il corso potrà essere organizzato con la “Formula weekend”.
A conclusione del percorso d’aula e dei laboratori esperienziali dovrà essere effettuato un tirocinio curriculare. A fronte di comprovata esperienza nel ruolo è possibile richiedere crediti formativi fino al 100% delle ore di tirocinio. 

Requisiti in ingresso

Titoli di studio:
Diploma di scuola secondaria superiore.

 

Crediti

A fronte di comprovata esperienza lavorativa è possibile richiedere crediti di frequenza nella misura massima del 30% durata delle ore d’aula o laboratorio e 100% su eventuale tirocinio. E’ inoltre possibile richiedere il credito di ammissione, riconoscibile sulla base della valutazione degli apprendimenti formali, non formali ed informali.

Assistenza finanziaria

I candidati possono autonomamente:

  • Accedere a prestiti a tasso agevolato concessi da alcune aziende di credito italiane;

  • Partecipare a bandi pubblici destinati all’alta formazione, nelle Regioni ove presenti.

Cittadini stranieri

  • Coloro che hanno conseguito un titolo di studio all'estero, devono presentare una dichiarazione di valore o un documento equipollente/corrispondente, che ne attesti l'equipollenza/corrispondenza di valore con i titoli rilasciati nello Stato di provenienza, ai fini della verifica dei livelli di scolarizzazione;

  • E’ indispensabile la conoscenza della lingua italiana almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, restando obbligatorio lo svolgimento delle specifiche prove valutative in sede di selezione, ove il candidato già non disponga di attestazione di valore equivalente.

  • I cittadini extracomunitari devono disporre di regolare permesso di soggiorno valido per l’intera durata del percorso.