EwasteR
  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon

EvasteR è un progetto approvato all’interno dell’area Partenariati Strategici – Programma
Erasmus plus – Call 2014.

Scarti elettronici e elettrici (E-waste) sono attualmente il maggior gruppo di scarti. Ogni giorno un alto numero di strumenti elettrici e elettronici vengono buttati, alcuni divengono direttamente
rottamati, altri semplicemente obsoleti.

Tutto ciò sta diventando un serio problema ambientale che non riesce ad attrarre l’interesse pubblico. Il riciclaggio di RAEE è una parte specialistica dell’industria del riciclaggio.

 

È un sotto settore in rapida crescita a causa della vasta implementazione della Direttiva RAEE nei paesi europei, che definisce obiettivi stringenti di riciclaggio e eventi recenti come il passato al digitale. C’è bisogno di un riconoscimento comune delle qualifiche di manager e lavoratori nel riciclaggio e riuso dei RAEE.


Nonostante il bisogno in costante crescita di impiegati con capacità tecniche per mantenere e
operare le strutture avanzate di trattamento e-waste, la gestione delle qualifiche e del quadro VET di E-waste hanno una struttura diversificata all’interno degli stati europei e non vi è allineamento tra le iniziative di EQF e ECVET.


Il progetto EwasteR sviluppa e stabilisce un nuovo curriculum interdisciplinare di alta qualità nella gestione del riciclaggio e del riuso di E-waste in Europea, creando il collegamento tra la fase di produzione e la fase di smaltimento di un prodotto per favorire il senso di iniziativa e
l’imprenditorialità, così come generare occupabilità e opportunità di mobilità. Il nuovo profilo
professionale per i lavoratori del settore aiuterà lo sviluppo del settore di riciclaggio e riuso di E-
waste e aiuterà ad accrescere la consapevolezza sul valore del riuso e il suo contributo ad uno
sviluppo sostenibile sociale ed economico.


Il consorzio EwasteR è composto da 13 organizzazioni provenienti da 4 paesi: Cipro, Italia, Polonia e Regno Unito – supporta l’implementazione della Direttiva 2002/96/CE sui rifiuti di
apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) e della Direttiva 2012/19/EE sui RAEE, e
collabora per tre anni per raggiungere i seguenti obiettivi:


- identificare l’attuale percorso delle qualifica e il profilo occupazionale in Europea rilevante
nel settore del riciclo e riuso di E-waste, lo scambio di esperienze, pratiche e strategie per
aumentare la consapevolezza tra gli stakeholders chiave sul potenziale di riuso per generare
opportunità di impiego e profitti.


- sviluppare una nuova qualifica professionale usando criteri UE (ECVET – EQAVET) che
apporti alla persona nuove capacità, competenze e conoscenze rilevanti per i professionisti
della gestione del riciclo e del riuso E-waste, che saranno pilotati attraverso un’innovativa

esperienza VET (classi, scuola di gestione aperta, mobilità virtuale) e attività di
apprendimento basate sul lavoro (Labs-shadowing);


- fornire un handbook per il riconoscimento finale trasparente e il processo di convalida per la
valutazione dei risultati dell’apprendimento sviluppati durante l’esperienza pilota atti a
facilitare la mobilità del lavoro, la fiducia reciproca e aumentare il riconoscimento delle
qualifiche a livello europeo in questo settore;


- creare una nuova area web gratuita di progetto dove condividere informazioni, pratiche,
ricerche, strumenti e expertise all’interno del settore durante e dopo la durata del progetto;


- fornire un pacchetto di strumenti VET che trasmettano competenze e capacità trasversali
utili a facilitare la mobilità dei discenti VET e dei lavoratori all’interno dell’Europa;


- rinvigorire il settore della gestione del riciclo e del riuso E-waste in Europea per
incoraggiare la conversione da impresa formale a impresa informale.


Per maggiori informazioni visitate il sito: http://www.ewaster.eu/

E.RI.FO.

  • Via Giuseppe Pianell 8/10

       00159, Roma

 

 

Tel: +39.0669320850

      +39.3292156021

PIC CODE n° 948977773

C.F: 06024731009

  • YouTube Icona sociale
  • Facebook Social Icon